Farina Giordano

Farina Giordano

Cantate lirico, chitarrista jazz e direttore di coro, inizia i suoi studi di canto seguito da Marianovella e Lino Puglisi nel 2007, in seguito con i mastri Debora Beronesi e Stefano Meo. Si perfeziona presso l’opera studio dell’Accademia Santa Cecilia e con cantanti di fama internazionale come Edda Moser, Alfonso Antoniozzi, Claudio Desderi, Carlo Colombara, Vivica Genaux, Bernadette Manca di Nissa ed altri. Nel 2017 risulta tra i vincitori del prestigioso concorso europeo di canto lirico del Teatro Lirico Sperimentale di Spoleto e nel 2014 è tra i vincitori del concorso “Belcanto Italiano”.
Si esibisce come basso solista in numerosi teatri italiani tra i quali il Teatro Verdi di Pisa, il Teatro Nuovo Giancarlo Menotti di Spoleto, il Teatro Goldoni di Livorno, il Teatro del Giglio di Lucca, il Teatro Valle e il Teatro Brancaccio di Roma, Il teatro Flavio Vespasiano di Rieti, il Teatro Caio Melisso di Spoleto e molti altri, debuttando ruoli come Don Giovanni (Don Giovanni), Figaro (Le nozze di Figaro), Sarastro (Die Zauberflöte), Don Basilio (Il Barbiere di Siviglia), Alidoro (Cenerentola), Don Pasquale (Don Pasquale), Dulcamara (Elisir d’Amore) Colline (Bohème) ed altri.
In qualità di chitarrista inizia i suoi studi nel 2002 con il M° Giuseppe Possemato, studiando sia la chitarra moderna che la chitarra classica. Si specializza in seguito nella chitarra Jazz al conservatorio Licinio Refice di Frosinone laureandosi con lode con i Maestri Stefano Micarelli e Umberto fiorentino.
Segue nel frattempo masterclass di importanti musicisti come Kurt Rosenwinkel, Fabio Zeppetella e Dave Liebman. Negli anni 2012-2016 si esibisce a Roma con diverse formazioni Jazz.
Come direttore di coro inizia gli studi sulla direzione e sulla composizione polifonica presso il Conservatorio Licinio Refice, dove si laurea con lode specializzandosi nel repertorio profano e in particolar modo in quello frottolistico. Viene assistito nei suoi studi dal M° Lucio Ivaldi, con il quale approfondisce la tecnica direttoriale e la polifonia rinascimentale. Dal 2017 dirige il coro polifonico “Ponte Sonoro”.